Événement

Vivre dans la Nature

Parcs et Aires protégées, Entre nature et culture

Dans les Marches il y a 12 aires protégées: 2 parcs nationaux (Monti Sibillini et Gran Sasso plus Monti della Laga), 4 parcs régionaux (Monte Conero, Sasso Simone e Simoncello, Monte San Bartolo et Gola della Rossa plus Frasassi), 6 réserves naturelles (Abbadia di Fiastra,Montagna di Torricchio, Ripa Bianca, Sentina, Gola del Furlo et Monte San Vicino plus Monte Canfaito), plus de 100 aires protégées pour la préservation des végétaux et des fleurs et 15 forêts domaniales.

Parc Naturel Régional de Sasso Simone et Simoncello

Europarc Federation Certified

Le parc Naturel Régional de Sasso Simone et Simoncello couvre un territoire de 4847 hectares de terres protégées; Il a était fondé en 1996; les villes faisant partie du parc sont: Carpegna, Montecopiolo, Pietrarubbia, Frontino, Piandimeleto. Le paysage environnant est collinaire et montagneux; il y a les montagnes du Sasso Simone et Simoncello, le mont Canale et le Mont Palazzolo . Le Mont Carpegna, (1415 mètres), est la montagne la plus haute du parc et and constitue la ligne de partage des eaux entre la Vallée du Foglia et la Vallée du Marecchia. Les arbres plus diffusés dans le Parc sont: le hêtre, le sapin, l’érable, le frêne, le houx et le chêne chevelu. On trouve également une grande quantité d’animaux: l’ours, le lynx, l’aigle royale, le chevreuil, le porc-épic, le lièvre et le renard. Vous trouverez dans le parc différents points d’observation et des endroits pittoresques, dont un des plus étonnants est Monteboaggine, avec sa tour de guet du XIIème siècle, dominant les vastes domaines des vallées du Monte Carpegna, Foglia et Conca et Sasso Simone et Simoncello. Au printemps et en automne toute cette zone est la destination parfaite pour les chasseurs de champignons.


Address:
Via Rio Maggio 5
City:
Carpegna
Phone:
0722.770073
Fax:
0722 770064
Email:
info@parcosimone.it
Website:

  • Paesaggio con la neve
  • Il parco d'estate
  • Pecore al pascolo nel Parco Sasso Simone e Simoncello
  • Cime montuose nel Parco Sasso Simone e Simoncello
  • Falco Pecchiaiolo del Parco Sasso Simone e Simoncello
  • Croco fra la neve nel Parco Sasso Simone e Simoncello

indietro

Ti trovi in: I Parchi regionali > Carpegna
Nelle terre del duca: il Parco Sasso Simone e Simoncello
Trekking Family
Parchi e Natura Attiva
Paesaggio con la neve

Parco certificato da Europarc Federation

Superficie: ca. 4.991  Istituzione: 1994
Comuni del Parco: nelle Marche Carpegna, Frontino, Montecopiolo, Piandimeleto, Pietrarubbia. In Emilia Romagna Pennabili. 

Il Parco Naturale del Sasso Simone e Simoncello ha ottenuto valutazione positiva da Europarc Federation ed è quindi riconosciuto dalla Carta Europea per il turismo sostenibile nelle aree protette.

Il parcoè stato istituito nel 1994 e interessa una superficie complessiva di 4.991 ettari nel cuore dell’antico Montefeltro. Il paesaggio è collinare è coperto da una fitta vegetazione, interrotto da irte rupi e speroni di roccia sui quali vennero costruite inespugnabili fortezze per difendersi dal nemico. È una zona, quindi, ricca di castelli, rocche, ma anche di chiese, conventi e pievi.
Il parco prende il nome dai due enormi massi Simone e Simoncello, che furono abitati dall’uomo fin dall’età del bronzo. Alcune leggende narrano di sacerdoti romani, i Semoni che vi adoravano i loro Dei o di un eremita, Simone che vi stabilì la propria dimora; sicuramente, dopo il Mille, i Benedettini vi costruirono un'abbazia. Quando i Signori di queste terre capirono l’importanza strategico-militare, il Sasso fu fortificato con torri e mura finché, nella seconda metà del XVI sec., i Medici vi costruirono una città-fortezza per affermare il loro potere su una zona difficilmente governabile. Ancora oggi sono visibili le macerie di quella città “ideale” della quale il sole era il simbolo - come oggi lo è del parco.

Non resta difficile immaginare la bellezza di questi monti coperti dalla foresta di faggio e di abete bianco, abitati dall’orso e dalla lince, ed udire in lontananza il grido dell’aquila reale. Oggi quella foresta è stata sostituita, sul versante orientale, da una di pino nero, frutto di rimboscamenti cominciati all’inizio del secolo, ma ci si può ancora immergere nel clima dei viandanti dei tempi antichi, inoltrandosi nelle faggete residuali di Pianacquadio, sul Monte Carpegna, o intorno ai Sassi di Simone e Simoncello.
Unica nel suo genere, la grande foresta mediterraneo-montana ospita anche carpini bianchi, neri, aceri, frassini, agrifogli, sorbi montani e domestici. Vanto del parco è l’area intorno ai Sassi, sulla quale prospera un bosco a prevalenza di cerro. Il Simoncello, i boschi della Cantoniera e la Costa dei Salti sono Aree Floristiche Protette, mentre il monte Carpegna è anche incluso nell’omonima foresta demaniale di proprietà regionale.

In primavera i prati si colorano con le stupende tinte dei crochi e con il celeste intenso del fiordaliso. Muovendosi con discrezione, nel Parco del Sasso Simone e Simoncello non è difficile incontrare il capriolo, il cui numero di esemplari è in sensibile aumento.
Continuando la passeggiata si possono trovare istrici, tassi, lepri e volpi. Caprioli, cinghiali e daini sono le prede abituali del lupo appenninico che è tornato ad abitare questi luoghi.
La mattina, le specie di uccelli che si possono osservare nel parco sono innumerevoli: dalla poiana che, sfruttando le correnti ascensionali, sale dalle quote più basse, al gheppio, all’astore, al picchio rosso maggiore, all’aquila, alla rara albanella minore. Innumerevoli sono i belvederi e i punti panoramici nel parco. Uno di questi, Monteboaggine, domina, con la solitaria Torre di Vedetta del XII secolo, le distese prative del Monte Carpegna, le Valli del Foglia e del Conca, ed in lontananza i Sassi Simone e Simoncello.
Nei boschi e nei prati, durante la stagione primaverile ed autunnale, si trovano tartufi e funghi di varie specie, vere prelibatezze che fanno di questi luoghi la meta di appassionati ricercatori ed amanti dei sapori del sottobosco.

Percorsi in mountain bike o a cavallo, escursionismo, nordic walking e orienteering, visite organizzate con le guide del Parco sono solo alcune delle attività praticabili. Il Parco Faunistico di Pian dei Prati è ideale per la visita di famiglie e scolaresche, mentre a Carpegna e a Pietrarubbia sono presenti dei Centri Visite. Foresterie, musei, Cea, prodotti tipici come tartufi, prosciutto di Carpegna DOP e pecorini sono ulteriori risorse del Parco.

Idee di viaggio

http://coninfacciaunpodisole.it/aree-protette/122-luoghi-sassosimone/346-pietrarubbia-rinascita-borgo

 

http://www.coninfacciaunpodisole.it/aree-protette/122-luoghi-sassosimone/351-stagioni-di-vita-al-sasso-simone

 

http://www.destinazionemarche.it/un-itinerario-alla-scoperta-del-parco-sasso-simone-e-simoncello/

 

http://www.destinazionemarche.it/le-marche-con-gli-occhi-degli-instagramer-intervista-ad-aivenn/

 

Colonna sonora dedicata alle Marche: http://bit.ly/marche-soundtrack



Info:

Indirizzo:
Via Rio Maggio 5 (Sede del Parco a Carpegna)
Comune:
Carpegna
Telefono:
0722.770073
Fax:
0722 770064
Email:
Sito web:


Photogallery:

  • Il parco d'estate
  • Pecore al pascolo nel Parco Sasso Simone e Simoncello
  • Cime montuose nel Parco Sasso Simone e Simoncello
  • Falco Pecchiaiolo del Parco Sasso Simone e Simoncello
  • Croco fra la neve nel Parco Sasso Simone e Simoncello

Indietro

Richiesta informazioni - Nelle terre del duca: il Parco Sasso Simone e Simoncello

(* campi obbligatori)
Dati Personali
 
 
Informazioni viaggio
Per adulti e bambini di età


 

   

Ai sensi dell'articolo 13 del codice della privacy (Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196), La informiamo che il trattamento dei dati fornitici avverrà con correttezza, liceità e trasparenza e tutelando la sua riservatezza ed i suoi diritti. I dati personali da Lei forniti sono raccolti con modalità telematiche e trattati, anche con l'ausilio di mezzi elettronici, direttamente per soddisfare la Sua richiesta e, eventualmente, completare la prenotazione e per finalità connesse: - alla richiesta di informazioni e/o segnalazioni anche mediante l'utilizzo di posta elettronica - invio di segnalazioni mediante l'utilizzo della posta elettronica. I Suoi dati potranno essere oggetto di comunicazione ai soggetti cui la facoltà di accedere a detti dati sia riconosciuta per disposizioni di legge ed ai soggetti ai quali il trasferimento sia necessario o funzionale per la resa dei servizi da Lei richiesti. Per qualsiasi ulteriore informazione e per fare valere i diritti a Lei riconosciuti dall'articolo 7 del codice della privacy potrà rivolgersi al titolare del trattamento.

Booking

 

Regione Marche | P.F. Turismo
P.I.00481070423
C.F. 80008630420
60125 ANCONA - ITALY
Via Gentile da Fabriano, 9
Phone +39 071 806 2431
For tourist information please dial: 
+39 071 2133609 
Fax +39 071 806 2154
turismo@regione.marche.it
turismo.promozione@regione.marche.it
comunicazione.turismo@regione.marche.it
Login